Telemax

Articoli

Abruzzo in zona rossa dal 18 novembre al 3 dicembre, Marsilio firma l’ordinanza

Novembre 17
01:07 2020

Articolo 3 Dpcm



Il presidente Marco Marzio ha firmato l’ordinanza che istituisce la “zona rossa” in Abruzzo.

Alla fine sono bastati quattro articoli per istituire le restrizioni massime per il contrasto al contagio da coronavirus anche in Abruzzo: la firma dell’ordinanza n.102 del 2020 è arrivata in serata, come ampiamente annunciato.

Il presidente Marco Marsilio ha decretato la cosiddetta “zona rossa” per la nostra regione, facendo riferimento all’articolo 3 del Dpcm del 3 novembre scorso.

E dunque scuole chiuse dalla seconda classe, compresa, della scuola secondaria di primo grado in poi, che faranno didattica a distanza. Continuano invece ad andare a lezione in presenza tutti gli altri, fino alla prima media compresa.

Chiudono i negozi, tranne alimentari, tabacchi, edicole, farmacie, parafarmacie, confezioni e calzature per bambini, ottici, fotografi, profumerie, fiorai e altri, l’elenco completo è nell’Allegato 23 Dpcm 3 novembre 2020.

Chiudono le estetiste, restano aperti barbieri e parrucchieri, come da Allegato 24 Dpcm 3 novembre 2020. 

Il dispositivo regionale è firmato, oltre che dal presidente Marsilio, anche dagli assessori Nicoletta Verì, Sanità, e Pietro Quaresimale, Istruzione, oltre ai direttori Claudio D’Amario, Dipartimento Salute, e Claudio Di Giampietro, Dipartimento Lavoro e Sociale. 

Abruzzo in zona rossa dal 18 novembre al 3 dicembre, Marsilio firma l’ordinanza.