Telemax

Articoli

Allarme sicurezza a Vasto, la minoranza insorge contro il sindaco: città del Bronx

Marzo 30
15:58 2018



Vasto (Chieti): rapina alla Bper di via San Michele, malmenato un cassiere.

“Siamo stanchi di scrivere i soliti comunicati, di chiedere Consigli straordinari, come sono stanchi i cittadini vastesi di vivere queste situazioni da città del Bronx non più tollerabili”. Così i gruppi consiliari di minoranza di Vasto (Chieti) dopo la rapina compiuta questa mattina ai danni della Banca Bper in via San Michele, dove un cassiere è stato malmenato dai rapinatori. A firmare la nota sono i consiglieri comunali Davide D’Alessandro (Vasto 2016), Alessandro d’Elisa (Gruppo Misto), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Edmondo Laudazi (il nuovo Faro), Francesco Prospero (Progetto per Vasto), Vincenzo Suriani (Fratelli d’Italia). 

“Soltanto il sindaco Menna – scrivono – non sembra stanco di seguire da vicino la situazione. I suoi tanti tavoli sulla sicurezza non hanno prodotto nulla di buono. Questa è un’Amministrazione timida e molliccia che deve andare a casa”.

“Il grave problema della sicurezza – proseguono nella nota i gruppi di minoranza – si risolve con un uso massiccio di forze dell’ordine in un pericoloso contesto di confine, non chiudendo le stazioni di polizia. E basta col buonismo! La tanto osannata filiera del Pd, con annesso presidente Anci, ha fallito su tutti i fronti”.

Infine, la solidarietà al bancario aggredito durante la rapina: “Siamo vicini al cassiere, ai dipendenti e ai clienti dell’Istituto che hanno vissuto momenti di terrore”.