Interdetti rettore e dg ateneo Chieti, il provvedimento del gip nell’ambito dell’inchiesta su abuso d’ufficio

Carmine Di Ilio, Rettore Università D'Annunzio

Il gip del Tribunale di Chieti Antonella Redaelli ha emesso un provvedimento di interdizione della durata di sei mesi nei confronti del rettore dell’università d’Annunzio di Chieti-Pescara, Carmine Di Ilio, e del direttore generale Filippo Del Vecchio. Il provvedimento è in corso di notifica ai destinatari. L’interdizione era stata chiesta dal sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani.

Filippo Del Vecchio, direttore generale dell'Università D'Annunzio

Di Ilio e Del Vecchio erano finiti sotto inchiesta, dopo la denuncia presentata dal professore Luigi Capasso, ex componente del Consiglio di amministrazione dell’ateneo, per abuso d’ufficio per avere revocato senza preavviso, la nomina a componente del Cda di Capasso il quale, avrebbe potuto optare fra il Cda o la direzione del Museo dell’ateneo. Entrambi, inoltre, sono accusati di aver falsificato la convenzione con il Provveditorato opere pubbliche Lazio, Abruzzo e Sardegna, approvato dal Cda, già inviato al Provveditorato.

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.