Telemax

Articoli

Castiglione a Casauria, ritrovato un corpo senza vita nel fiume Pescara

agosto 09
15:51 2019

Era impigliato in uno sbarramento



Operazioni di recupero del corpo nel fiume Pescara, 100 metri a valle dal ponte San Clemente a Castiglione a Casauria (Pescara).

Sono stati i sommozzatori dei vigili del fuoco a trovare un corpo ormai esanime in un’ansa nel fiume Pescara, 100 metri a valle del ponte San Clemente. 

Era rimasto impigliato tra i tronchi di uno sbarramento naturale

Il corpo potrebbe appartenere a Maurizio Claps, 45enne scomparso da Lanciano (Chieti) mercoledì scorso. 

I vigili del fuoco lo stanno recuperando con un elicottero. Solo in seguito sarà accertata l’identità. 

Castiglione a Casauria (Pescara): ponte San Clemente, soccorsi all’opera.

Claps, 45enne di Lanciano (Chieti), operatore del 118 in servizio alla Asl di Pescara, si sarebbe lasciato cadere dal ponte San Clemente a Castiglione a Casauria (Pescara) mercoledì scorso verso le ore 13.

Ad allertare il 112 era stato un passante, che ai carabinieri della compagnia di Popoli riferì di aver visto l’uomo dapprima camminare sul ponte e poi scavalcare il parapetto, quindi scomparire alla vista. 

Alla base dell’insano gesto, potrebbe esserci una delusione d’amore: “Se puoi perdonarmi”, le ultime parole in un post su Facebook alla sua ex compagna. 

Il punto nel fiume Pescara in cui è stato trovato il corpo dell’uomo, che si ritiene possa appartenere a Maurizio Claps, 45enne di Lanciano (Chieti).

La salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Popoli (Pescara), dove è stata eseguita la ricognizione cadaverica.