Telemax

Articoli

Centri estivi: a Lanciano un avviso per accreditare le strutture interessate a gestire le domande

Giugno 05
20:48 2020

Voucher per famiglie



L’Assessorato alle Politiche sociali e giovanili del Comune di Lanciano (Chieti) ha pubblicato un avviso per l’individuazione dei soggetti interessati all’organizzazione e alla gestione dei centri estivi per bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni.

L’avviso e gli allegati, con modello di domanda e patto di responsabilità, sono consultabili integralmente nel sito istituzionale del Comune di Lanciano; le domande dei soggetti interessati ad organizzare centri estivi secondo le linee guida indicate dai Dpcm inerenti l’emergenza sanitaria da coronavirus, dovranno essere inviate tramite mail alla pec del Comune entro le ore 11 di lunedì 8 giugno.

Con successivi atti, il settore Servizi alla Persona approverà i progetti coerenti con quanto previsto nelle linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza covid-19.

L’avviso è stato presentato, nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore alle Politiche sociali e giovanili Dora Bendotti.

“Partiamo con grande fiducia e spirito di collaborazione con gli enti, i soggetti privati e le realtà associative che vorranno raccogliere la sfida di organizzare e gestire dei centri estivi in questa fase di convivenza responsabile con la pandemia da coronavirus. I nostri bambini – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali Dora Bendotti – dopo tre mesi di lockdown hanno bisogno, necessità, direi urgenza di riappropriarsi degli spazi e delle relazioni nella massima sicurezza che le linee guida governative tracciano nell’interesse della salute di tutti. In attesa dei fondi che la Regione Abruzzo ci auguriamo vorrà destinare a sostenere queste iniziative per l’infanzia e l’adolescenza, ci siamo attivati per promuovere la partecipazione alle attività estive sia con questo avviso per raccogliere le disponibilità e procedere in tempi rapidi alle approvazioni dei progetti, sia destinando subito 50.000 euro che metteremo a disposizione delle famiglie sotto forma di voucher per compartecipare alla spesa che andranno a sostenere per i centri estivi. La scelta della famiglia sarà autonoma tra le varie proposte dei centri che verranno approvate dai nostri uffici e che renderemo note sul nostro sito istituzionale. Nella compartecipazione che promuoveremo attraverso un nuovo avviso che intendiamo pubblicare entro la prossima settimana, avremo una particolare attenzione nell’accesso al servizio per i bisogni delle famiglie con maggiori difficoltà nella conciliazione fra cura e lavoro”.