Telemax

Articoli

Dora Bendotti: “unica donna candidata nel territorio frentano”

gennaio 28
20:06 2019

Il vero cambiamento, dai cittadini



Dora Bendotti, candidata alla elezioni regionali con la lista “Legnini presidente”.

“A quindici giorni dalle prossime elezioni regionali, c’è bisogno, ancora di più, di chiarezza. La mia è una candidatura particolare. L’unica donna nel territorio frentano. Un aspetto da non sottovalutare in un momento storico molto particolare”. A dirlo è Dora Bendotti, candidata alla elezioni regionali con la lista “Legnini presidente”, assessore alla Politiche Sociali del Comune di Lanciano (Chieti). 

“Spesso – prosegue Bendotti – si sente parlare di uguaglianza e parità dei sessi ma, il vero cambiamento deve arrivare prima da noi singoli cittadini. La mia candidatura è un segno tangibile di questo progresso, perché affronto questa impegnativa e importante campagna elettorale con uno spirito innovativo”.

“Nelle mie giornate – dichiara la candidata – ho deciso di mantenere al primo posto il mio lavoro principale, e cioè quello di madre. Ho due bambine che mi aspettano a casa e in ogni modo, cerco sempre di metterle a letto e rimboccare le coperte. Essere in politica, non vuol dire snaturare la propria identità, basta semplicemente rimanere se stessi. Non è un aspetto da sottovalutare in questo momento storico, la mia candidatura deve essere vista come un atto di coraggio per tutte il mondo femminile. Perché la metamorfosi della politica, non è legata solamente ai volti e ai nomi dei candidati ma è, soprattutto, una questione culturale e di esigenza per il Paese”.

“Approcciare in nuova maniera alla campagna elettorale – scrive Bendotti nella nota – è un segno tangibile di rivoluzione. Scegliere di essere prima mamma e poi politico, è il primo passo per un futuro roseo dei nostri figli. Si possono ricoprire entrambi i ruoli, quello del politico e soprattutto quello di mamma”.

Promesse elettorali, ho deciso di non farle, non mi appartengono, ma posso garantire al 110% che il mio impegno sarà dedicato ampiamente al ruolo della donna nel mondo lavorativo e nel sociale. Siamo una risorsa per l’Italia e per il mondo, quindi – conclude la candidata al Consiglio regionale – mi appello ad ogni singola nonna, mamma, sorella, figlia in Abruzzo, aiutiamoci tra di noi, perché siamo noi il vero cambiamento e non siamo seconde a nessuno”.