Telemax

Articoli

Ecolan: bilancio in attivo, il presidente Massimo Ranieri va a Roma ma non lascia

aprile 29
20:38 2019

A metà maggio la decisione



Segna un utile netto di 250 mila euro circa il bilancio di esercizio 2018 di Ecolan Spa, la società di gestione rifiuti a capitale pubblico del comprensorio frentano. 

L’assemblea dei sindaci soci, riunita a Lanciano (Chieti), ha approvato all’unanimità i punti all’ordine del giorno, tra questi anche la Centrale unica di committenza e il progetto del digestore anaerobico per recuperare il biometano dalla piattaforma Forsu e immetterlo nella rete metanifera. 

L’assemblea ha anche eletto Francesco Di Lello, presidente, e Fabrizia Cesa nel collegio sindacale, che sarà completato in altra seduta, e Antonino Ianieri revisore dei conti. 

Infine, le attesissime comunicazioni del presidente: Massimo Ranieri ha riferito all’assemblea dei soci di aver avuto colloqui a Roma, dapprima con funzionari comunali e poi con il sindaco Virginia Raggi, e di essere stato indicato nella terna del Cda di Ama Spa. “Orgogliosissimo di questo risultato, ottenuto grazie alla comunità frentana e ai sindaci che hanno creduto in Ecolan – ha commentato emozionato Ranieri davanti alla platea di Palazzo degli studi – entro metà maggio si saprà della possibilità di essere nominato, assieme ai due colleghi della terna individuata, nel Cda della società rifiuti della Capitale d’Italia”. 

Lanciano (Chieti): l’assemblea dei sindaci Ecolan approva il bilancio di esercizio 2018.

Nel frattempo Ranieri e gli altri due professionisti, individuati dal sindaco Raggi, hanno chiesto di verificare la documentazione contabile della municipalizzata romana dei rifiuti, che ha un bilancio di 800 milioni di euro e conta 7.560 dipendenti. La scelta sindacale dovrà passare per i vari Municipi capitolini ed essere ratificata con delibera consigliare.

Ma nella sala convegni di Palazzo degli studi era palese il clima di soddisfazione generale per l’incarico romano, sostenuto da un caloroso applauso al termine della comunicazione ufficiale di Ranieri.

Al loro presidente, i sindaci frentani hanno chiesto di proseguire nella guida di Ecolan, “Non ci sono incompatibilità” ha chiarito Ranieri, su parere legale.

Nel Cda di Ama Spa sono previste tre figure: presidente, amministratore delegato e consigliere delegato. Quest’ultima potrebbe essere la figura più adatta al ruolo del geologo frentano, che tuttavia a Roma non andrebbe solo: per organizzare la gestione del servizio rifiuti nella capitale, Ranieri porterebbe con sé lo staff tecnico di fiducia con cui lavora da anni.