Telemax

Articoli

Femminicidio duplice a Ortona: Marfisi non risponde al gip e resta in carcere in isolamento a Lanciano

aprile 15
21:13 2017

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Francesco Marfisi, 50 anni, comparso davanti al Gip del Tribunale di Chieti Luca De Ninis per l’udienza di convalida dell’arresto di giovedì scorso, dopo il duplice omicidio della moglie Letizia Primiterra, 47 anni, e della sua amica Laura Pezzella, 33 anni. In udienza, il sostituto procuratore Giancarlo Ciani – che aveva interrogato Marfisi nella caserma dei Carabinieri di Ortona la sera stessa dell’omicidio – ha chiesto la convalida dell’arresto e l’emissione dell’ordinanza cautelare in carcere per duplice omicidio, con le aggravanti di premeditazione, crudeltà, porto abusivo di armi, violazione di domicilio, e aver commesso il reato in presenza di minori ovvero i due figli della Pezzella.

“Non credo sia molto lucido. Non si rende ancora conto di quello che ha fatto” ha detto ai cronisti il suo avvocato difensore, Rocco Giancristofaro, al termine dell’interrogatorio.

Nel frattempo, le autopsie su Laura e Letizia sono state affidate: saranno eseguite il 18 e 19 aprile.