Telemax

Articoli

Filiera della pesca: due ristoranti chiusi e pesce sequestrato

marzo 09
10:25 2018

Pescara: operazione Arca di Noè della Direzione marittima

Due ristoranti chiusi, 1.700 kg di pesce sequestrato e 43 mila euro di sanzioni elevate.



Sono i dati più significativi del bilancio dell’operazione Arca di Noè condotta, fra Abruzzo e Molise, dagli uomini della Direzione marittima di Pescara, con l’impiego di 100 militari della Guardia Costiera impiegati su 17 mezzi terrestri e 8 unità navali, coordinati dal 14° Centro di Controllo Area Pesca, di stanza a Pescara.

L’operazione ha riguardato i controlli sull’intera filiera della pesca per garantire il rispetto delle normative tecniche di settore, comprese quelle a tutela della salute dei consumatori inerenti la qualità e la salubrità dei prodotti ittici immessi sul mercato.

In 5 giorni di attività sono stati effettuati circa 100 controlli che hanno permesso di elevare 24 sanzioni amministrative per un importo di circa 39 mila euro ed il sequestro di un quintale di prodotto ittico vario.

Uno dei ristoranti chiusi si trova a Martinsicuro (Teramo): gli uomini della Direzione marittima, assieme a personale della Asl, hanno accertato gravi violazioni sulle norme igienico-sanitarie in cucina.

L’altro ristorante posto sotto sequestro si trova a Pescara: l’esercizio commerciale di ristorazione era privo di autorizzazioni, ma al suo interno sono stati rinvenuti prodotti ittici pronti per la somministrazione. Il titolare è stato sanzionato e deferito alle autorità competenti.