Telemax

Articoli

Fondovalle Sangro e la non ricandidatura di Razzi, il sindaco Bucci al Tgmax

gennaio 24
20:50 2018

Per il completamento della Fondovalle Sangro è attesa la presenza del primo ministro Paolo Gentiloni all’apertura del cantiere, prevista a fine mese ma non ancora confermata (il governatore D’Alfonso ha allertato i sindaci del territorio). 



Sindaci allertati in medio-alto Sangro dal governatore d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, per la presenza del premier Poalo Gentiloni, all’apertura del cantiere per il completamento della Fondovalle Sangro, nel tratto compreso tra la stazione di Gamberale e la Variante di Quadri (Chieti).

In attesa della conferma per la fine del mese (si ipotizza il 30 gennaio) il sindaco di Gamberale, Maurizio Bucci, sollecita i colleghi a ripensare per il prossimo futuro tutto il territorio, dalla costa dei trabocchi alla montagna, sul piano dei servizi, oltre che per la sanità e non solo per il distretto economico dell’area industriale più importante della regione. Perché non realizzare un ospedale in val di Sangro

In vista del voto del 4 marzo, il sindaco Bucci, dichiaratamente di centrodestra, commenta la mancata ricandidatura del sen. Antonio Razzi in Forza Italia: mentre alcuni colleghi di partito esultano in Abruzzo, il primo cittadino di Gamberale sostiene il ricambio generazionale con la candidatura di Tiziana Magnacca, sindaco di San Salvo (Chieti): ha lavorato bene, sarà votata anche dall’elettorato del centrosinistra e dei cinque stelle. 

Ne parliamo al Tgmax con il sindaco di Gamberale (Chieti), Maurizio Bucci. L’estratto nel video.