Telemax

Articoli

Francavilla al mare: uomo getta la figlia dal viadotto A14 e poi minaccia di buttarsi

maggio 20
18:24 2018

La moglie ricoverata a Chieti, caduta dal quarto piano, è morta



Francavilla al mare (Chieti): l’uomo che ha gettato la figlia minorenne dal cavalcavia e minaccia di suicidarsi sull’autostrada A14 in contrada Vallemerlo.

Tragedia a Francavilla al Mare (Chieti) dove un uomo ha gettato dal ponte del viadotto dell’autostrada A14 in contrada Vallemerlo la figlia minorenne Ludovica.

L’uomo, a sua volta, minaccia di gettarsi nel vuoto. Le condizioni della ragazzina non hanno al momento conferma ufficiale. Non si conoscono i motivi del gesto.

Sul posto ci sono Carabinieri, sanitari del 118 e Vigili del Fuoco. Forze dell’ordine e soccorritori sul posto non hanno ancora avuto modo di avvicinarsi alla ragazzina, gettata dal viadotto dell’A14 dall’uomo che si presume sia il suo papà, ma l’osservazione a distanza, riferiscono, non evidenzia movimenti.

Francavilla al Mare (Chieti): uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto della A14, dopo aver gettato la figlia Ludovica, la donna è deceduta nel frattempo al policlinico di Chieti dopo essere caduta dal quarto piano.

Accorsi i parenti dell’uomo, la sorella cerca di dissuaderlo dall’intento di lanciarsi nel vuoto da circa 40 metri di altezza. Sul posto c’è anche il PM di Chieti Lucia Campo.

Nel frattempo è giunta notizia che la donna, ricoverata al policlinico di Chieti, non è sopravvissuta ai traumi riportati dalla caduta dal quarto piano ed è deceduta a causa delle lesioni riportate. Non si conosce la dinamica della caduta. 

Sull’autostrada A14, per alcune ore chiusa competamente al transito, c’è un ‘mediatore’ che sta cercando di stabilire un contatto: l’uomo continua a urlare a investigatori e soccorritori di non avvicinarsi alla ragazzina – che dovrebbe avere circa 12 anni – minacciando in caso contrario di gettarsi nel vuoto. Da qui il divieto che gli investigatori hanno dato di avvicinarsi all’area e, nel contempo, le difficoltà di raggiungere la piccola per stabilire le sue condizioni. Inesistenti le probabilità che la dodicenne sia sopravvissuta alla caduta.

AGGORNAMENTO DELLE 19

L’uomo, Fausto Filippone, 49 anni, di Pescara, dirigente alla Brioni, è sul viadotto dalle 13 circa di oggi e dalle 13.45 minaccia di buttarsi dal viadotto, dopo aver gettato la figlia: “Dite a tutti che ho amato solo mia figlia, solo lei” ripeteva a chi cercava di farlo desistere. Non si sa quanto tempo possa ancora resistere appeso alla recinzione dell’autostrada A14. Nel frattempo si fa sera. 

Fausto Filippone

AGGIORNAMENTO DELLE 20

L’uomo si è buttato dal viadotto intorno alle 20. È morto sul colpo, come la figlia che aveva lanciato diverse ore prima. 

Gli inquirenti indagano sulla morte della donna, Marina Angrilli, 52 anni, di Pescara, docente si lettere e latino al liceo scientifico Leonardo da Vinci di Pescara. L’ipotesi che prende corpo è quella di una lite scaturita in famiglia, in una seconda casa di proprietà a Chieti scalo, mentre la coppia risiedeva a Pescara. 

Oltre al possibile incidente o suicidio della donna, sembra probabile che Filippone abbia spinto la donna dal quarto piano. Dopo aver allertato il 118, pare che l’uomo abbia detto: “Adesso a mia figlia ci penso io”.

Sul posto è al lavoro la scientifica della polizia di Chieti che indaga sull’episodio.