Telemax

Articoli

La furia di Serraiocco: Le Gemelle sono mie e le gestisco io

aprile 03
13:06 2019

Riattaccato il gas



Vincenzo Serraiocco, 44 anni, commercialista e imprenditore, gestore delle piscine comunali Le Gemelle di Lanciano (Chieti).

Dopo due settimane di chiusure forzate e di riaperture repentine, parla il gestore delle piscine comunali di Lanciano (Chieti), anzi “private”, come specifica lo stesso imprenditore Vincenzo Serraiocco in una nota, per “alcune importanti precisazione, al fine di fare chiarezza, anche dopo alcune dichiarazioni rilasciate in merito”.

“Ricordo – scrive l’imprenditore pescarese – che le piscine Gemelle sono di proprietà privata, acquistate dalla Sport Investiments per quasi 3 milioni di euro“.

“Non si tratta dunque, come sostiene qualcuno, di impianto comunale, bensì privato – prosegue Serraiocco – e gestito dalla società di cui sopra che ha acquisito per 2,8 milioni di euro l’impianto frentano, accollandosi anche la situazione debitoria lasciata dalla precedente gestione, e pagando al momento del suo insediamento anche 70mila euro ad un fornitore che aspettava da tempo di essere pagato. Vorrei ricordare, a chi parla di impianto comunale, che solo tra 27 anni, le piscine Le Gemelle di Lanciano diventeranno di proprietà comunale, tramite un project financing“.

Lanciano (Chieti): centro sportivo Le Gemelle.

Il gestore delle Gemelle tiene anche a fare chiarezza sull’improvviso distacco della fornitura del gas alla struttura di via D’Annunzio, avvenuto nel pomeriggio di lunedì scorso. “In merito alla problematica, creatasi negli ultimi giorni, per la mancanza di gas, con la conseguente inutilizzazione delle piscine e delle docce, ho già diffidato, tramite i miei legali, il fornitore di gas, la società ESA Gas di Chieti – spiega Serraiocco, specificando che la stessa si sarebbe anche scusata – intimando, come già avvenuto ieri, di ripristinare immediatamente la fornitura, in modo da poter rendere operative e funzionanti già da oggi le piscine e le docce con l’acqua calda”.

Chiederò il risarcimento del danno subito, nelle prossime ore, perché oggi sono fuori per motivi di lavoro – prosegue l’imprenditore nella nota – infine accerterò cosa è accaduto per verificare, se così come riferitomi, sarebbero stati chiusi i cancelli dell’impianto, non permettendo agli utenti di poter accedere nella struttura. In questo caso, se accertata la chiusura arbitraria, sarò costretto, mio malgrado a prendere provvedimenti verso gli autori di tali azioni, fatte in maniera del tutto arbitraria”.

Al termine della nota, non manca un pensiero per gli oltre 2.300 iscritti frentani. “Voglio infine rassicurare tutti gli utenti che come presidente della Sport Life, la più grande società in Abruzzo per la gestione degli impianti sportivi in Abruzzo, siamo al lavoro, e non da oggi – conclude Serraiocco – per provvedere con nuovi immediati e importanti investimenti sulla struttura, per ampliare gli spazi da mettere a disposizione degli utenti”.

Nel frattempo, il servizio di fornitura del gas al centro sportivo “Le Gemelle” di Lanciano (Chieti) era stato ripristinato, ore prima che il gestore diramasse la nota da Pescara.