Telemax

Articoli

L’Abruzzo piange il Presidente Ciampi

Settembre 16
20:00 2016

Taranta Peligna (Chieti), 17 maggio 2001 - Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi incontra alcuni ex combattenti della Brigata "Maiella", dopo aver reso omaggio al Sacrario di Taranta Peligna

Pescara, 16 settembre 2016 – “La notizia della scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi, Presidente emerito della Repubblica Italiana, addolora l’Italia intera e non solo, per l’esempio di onestà, correttezza e disponibilità, manifestato nello svolgimento dei più importanti servizi per il bene pubblico”. Così in un comunicato la presidente dell’Associazione ‘Il Sentiero della Libertà/Freedom Trail’, Maria Rosaria La Morgia. “Un esempio da grande uomo che passa alla storia. Questa Associazione – prosegue La Morgia -, grata per gli incontri personali e per la memoria lasciata sui libri pubblicati, esprime profondo cordoglio e si impegna a mantenere vivo il ricordo d’una persona indimenticabile, conservandone l’esempio e il messaggio da trasmettere alle nuove generazioni. La manifestazione della Marcia Internazionale Il Sentiero della Libertà/Freedom Trail, da Sulmona (L’Aquila) a Casoli (Chieti), la cui prima edizione il 17 maggio 2001, presenziata a Sulmona proprio dall’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi – conclude La Morgia – fu ed è rimasta in questi sedici anni momento di ricordo e testimonianza di gratitudine per quella resistenza umanitaria e lotta per la libertà, che hanno caratterizzato la gente peligna e abruzzese”.

Scanno (L'Aquila), 17 maggio 2001 - Il presidente Ciampi, in visita, posa per una foto con il coro di Scanno.


Scanno (L’Aquila), 17 settembre 2016 – Anche il Premio Scanno ricorda Ciampi: l’Ave Maria di Schubert alla 43/a edizione in onore del compianto presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, presidente onorario del premio. Sul palco la soprano Aleksandra Lazic, prima donna del Teatro dell’Opera di Belgrado, accompagnata al pianoforte dal maestro Rosario Pignatelli. Questo uno dei momenti più toccanti del premio Scanno che ha proclamato e premiato i vincitori di quest’anno. Ad aggiudicarsi il riconoscimento sono stati: lo scrittore Peter Handke per la sezione Letteratura; la giornalista Licia Colò, per l’ecologia: il compositore Michelangelo Lupone, per la musica; il costituzionalista Enzo Cheli per il premio Diritto; Piero Barucci, già ministro del Tesoro, per l’economia; Giovanni Monteleone, per la medicina; Enzo Vinicio Alliegro per l’antropologia; Lucrezia Bisignani per il premio Valori; Francesco Cassano per la sociologia. Nella sezione Opera Prima premio a una giovane scrittrice con un libro su Mario Borsa e sulla libertà di stampa.