Telemax

Articoli

Lanciano: 33 nuovi positivi, il sindaco chiude scuole e aree in centro

Febbraio 25
12:17 2021

L’ultimo report



Lanciano: 33 nuovi positivi, il sindaco chiude scuole e aree in centro.

A Lanciano (Chieti) ci sono 33 nuovi positivi, il sindaco da domani sospende l’attività didattica in presenza delle scuole e chiude le aree in centro fino al 7 marzo, quando uscirà il nuovo Decreto.

La comunicazione è stata data in videoconferenza stampa da Mario Pupillo, dopo aver ricevuto l’ultimo report dalla Asl provinciale. 

Attualmente in città ci sono 341 positivi. “Un record che non avrei mai voluto conquistare”, commenta il sindaco. 

“La variante inglese fa paura, basta con la gente che va in giro senza mascherina e che non rispetta le regole”, aggiunge il primo cittadino, annunciando massicci controlli da parte delle forze dell’ordine.

Le zone chiuse

Oltre alla sospensione dell’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado in città, che procederanno con la Dad, il sindaco con una apposita ordinanza chiude lee aree verdi e parchi comunali, corso Trento e Trieste, via Monte Maiella, di recente divenuto il nuovo spazio della movida giovanile, e viale Salvo D’Acquisto.

Divieto di stazionamento, dunque, in tutti i luoghi di aggregazione. 

Nella scorsa settimana il tasso di positività è stato del 112 per cento.

“C’è una situazione diffusa e capillare del contagio, che giustifica questo lockdown che stiamo facendo – commenta Pupillo – la situazione non è più controllabile”. 

La sospensione dell’attività didattica in presenza nelle scuole è stata decisa con i dirigenti scolastici

“Lo screening di massa ha superato il target, che era fissato dalla Asl a 14.440 test, con oltre 18 mila tamponi rapidi. Stiamo lavorando per organizzare uno screening dedicato alla popolazione scolastica“, annuncia Pupillo.

Nello scorso fino settimana 850 piccoli studenti hanno partecipato allo screening, 3 sono risultati positivi. 

Meno sensibili alunni e famiglie degli studenti più grandi, dalla terza media alle superiori, che hanno partecipato all’indagine epidemiologica solo in 158 (nessun positivo).

Sul fronte della scuola dell’obbligo ad oggi ci sono 16 positivi su 2746 studenti, mentre 13 positivi sono nella scuola dell’infanzia distribuiti in tre diversi plessi. Le classi in quarantena sono 3, due le scuole dell’infanzia chiuse, a Marcianese e Olmo di Riccio, mentre c’è una classe in quarantena alla “Maria Vittoria”. 

“Per me è una scelta dolorosa, ma necessaria per il principio di precauzione”, spiega l’assessore Verna. “Abbiamo investito circa 1 milione di euro nelle nostre scuole per permettere la ‘Scuola a scuola’ – ricorda l’assessore all’Istruzione – ma il tasso di contagiosità in città ci impone di sospendere la didattica in presenza, anche a fronte di numeri contenuti di positivi a scuola”.