Telemax

Articoli

Lanciano: apre l’ecoparco pubblico del quartiere Santa Rita, ecco come funziona

Settembre 11
15:38 2020

Esempio di economia circolare



Lanciano: apre l’ecoparco pubblico del quartiere Santa Rita, c’è anche l’area sgambamento per cani.

Inaugurazione nel pomeriggio, a Lanciano (Chieti), per l’ecoparco pubblico realizzato da Ecolan Spa su territorio comunale.

Lo spazio è concepito per ospitare sistemi di ultima generazione, spiega una nota Ecolan, per il conferimento dei rifiuti o per l’erogazione di acqua microfiltrata e detersivo biologico, ma è anche un’area urbana restituita alla città e ai cittadini in un’ottica di ri-democratizzazione degli spazi, dove i servizi offerti alla comunità si uniscono anche al benessere, al relax, all’interazione sociale.

“Era da tempo che come EcoLan Spa coltivavamo questo sogno nel cassetto – dichiara il presidente della Spa pubblica, Massimo Ranieri – ovvero quello di un luogo dove all’offerta di servizi utili e che contribuiscano al decoro urbano e alla tutela dell’ambiente, si unisce anche l’impegno dei cittadini a concorrere per una città pulita e a spazi strappati al degrado e restituiti alla collettività. E’ un dare e avere come nel più classico esempio di economia circolare, concetto che da sempre applichiamo come mission aziendale”.

Il principio alla base del progetto di EcoLan Spa e dell’Amministrazione comunale di Lanciano, soggetti promotori, è quello di una città a misura d’uomo, con servizi gratuiti, facilmente fruibili da tutti e raggiungibili anche a piedi. A questo si aggiunge la modularità del progetto, un concetto semplice e al tempo stesso rivoluzionario, che può essere replicabile ovunque e in ogni contesto urbano in cui si voglia abbinare lo spazio dei servizi a quello della socialità.

“Anche il concetto di gratuità è importante – sottolinea Ranieri -. Avere dei servizi all’avanguardia a portata di tutti consente ad una comunità il cosiddetto salto di qualità. EcoLan, società dei comuni e quindi dei cittadini, vuole essere al fianco degli utenti per garantire sempre di più una qualità della vita elevata. Ecco perché ci aspettiamo, così come già sta avvenendo nel quartiere Santa Rita, che i cittadini siano responsabili e sappiamo salvaguardare e proteggere uno spazio come l’eco parco pubblico, unico nel suo genere e primo in Abruzzo”.

I servizi dell’ecoparco

All’interno dell’ecoparco, ubicato nel quartiere Santa Rita, l’utente trova una ecoisola multiservice, una ecoisola mono-lato per l’applicazione della tariffa puntuale, il parco giochi inclusivo dedicato anche ai bambini diversamente abili, un’area fitness, un’area sgambatura cani (dog area) con un distributore di acqua per i cani, arredo urbano con panchine dotate di ricarica smartphone/tablet e, infine, la connessione wi-fi veloce e gratuita.

L’ecoisola multiservice

L’ecoisola multiservice contiene: un distributore d’acqua microfiltrata, naturale o frizzante; un sistema di Pet counting o compattatore che permette il conferimento da parte degli utenti di bottiglie e flaconi in plastica; un distributore di sacchetti biodegradabili per la raccolta dell’organico; un distributore di borracce in alluminio; il servizio di raccolta di olio vegetale esausto (per il conferimento dell’olio esausto verrà consegnato in comodato d’uso gratuito un contenitore da 5 litri ad ogni utenza Tari; il contenitore potrà essere ritirato nell’eco parco per le prime due settimane di funzionamento, tutti i giorni dalle 8 alle 12 e, a seguire, tutti i sabato mattina esclusi i festivi); una colonnina di ricarica per mezzi elettrici che consente il gonfiaggio, la ricarica di bici elettriche e comprende sostegno e attrezzatura per manutenzione delle bici; uno schermo Lcd per promo e informazioni di pubblica utilità; un distributore di detersivo ecologico.

L’ecoisola per la tariffazione puntuale

L’ecoisola per la tariffazione puntuale consente il conferimento di cinque categorie di rifiuto: carta/cartone, plastica e metalli, secco residuo, organico, vetro. I contenitori posizionati all’interno dell’ecoisola hanno una capacità volumetrica di circa 1100 litri.

Ecoisole: scarica l’app e accumula punti

Come funzionano le ecoisole? Il sistema è a punti e utilizza le più moderne tecnologie su smartphone per l’ottenimento dei codici e l’accumulo dei cosiddetti ecopunti.

Per conferire i rifiuti nell’ecoisola e utilizzare i servizi della ecoisola multiservice, è necessario scaricare da Play store o Apple store l’applicazione Ecoparco Lanciano (sezione utente) generando un codice univoco persona (QR_CODE) con cui ritirare nella ecoisola multiservice il kit dei sacchetti in dotazione.

Ogni tipologia di rifiuto (carta, plastica e metalli, vetro, organico e indifferenziato) avrà un numero di buste pari al proprio fabbisogno trimestrale. Le buste sono codificate e associate all’utente, in modo tale da verificare costantemente la qualità e la quantità dei rifiuti conferiti da ogni utenza, necessari per l’applicazione della tariffa puntuale.

Tariffa puntuale, progetto sperimentale di 6 mesi

L’ecoisola per il conferimento dei rifiuti sarà utilizzata esclusivamente dalle utenze individuate per l’applicazione della tariffa puntuale, con un progetto sperimentale della durata di sei mesi.

Possono conferire nell’ecoisola un massimo di 300 utenze.  Per il primo mese saranno coinvolte un numero limitato di utenze, 50, da individuare di concerto con l’Ater di Lanciano in relazione all’Accordo di programma in essere. A partire dal secondo mese, le utenze coinvolte saranno aumentate fino ad un massimo di 300 e saranno individuate tramite un avviso pubblico emanato dall’Ater, di concerto con l’amministrazione comunale.

L’ecoisola multiservice può essere, invece, utilizzata da tutti i cittadini residenti nel Comune di Lanciano.

Scaricata l’applicazione Ecolanapp, è possibile conferire bottiglie e flaconi in plastica e l’olio esausto di cucina e accumulare ecopunti. Ad esempio: il conferimento di una bottiglia o un flacone in plastica genera l’accumulo di 1 eco punto, mentre ogni litro/chilo di olio esausto genera 5 ecopunti. Per ottenere un litro di acqua sono necessari 5 ecopunti, mentre per 100 ml di detergente bio ne occorrono 20. La borraccia di alluminio “costa” invece 300 ecopunti.

Concorso per le scuole

Per sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente e alle buone pratiche di differenziazione e riciclo dei rifiuti, EcoLan ha istituito un concorso dedicato alle scuole primarie dal titolo “A scuola di economia circolare” che premia le classi più virtuose. Agli alunni sarà consegnato un codice identificativo (QR_CODE) riconducibile alla propria classe che permetterà di utilizzare i servizi dell’ecoisola multiservice, sia generando ecopunti ordinari spendibili personalmente nel circuito sia “ecopunti scuola” che permetteranno di partecipare alle sezioni del concorso Classe green e Istituto green. Le classi e le scuole più virtuose verranno premiate con una somma di 10 mila euro da utilizzare nel circuito degli esercizi commerciali convenzionati con l’Ecoparco pubblico. Il concorso terminerà il 30 aprile di ogni anno, mentre i premi verranno consegnati entro il 31 maggio dello stesso anno.

Lanciano: apre l’ecoparco pubblico del quartiere Santa Rita, il modello 3D con vista dall’alto.

Invia video/foto/comunicato

Fai la tua segnalazione al TgMax


3383114088

  redazione@telemaxtv.it

Social

CALENDARIO NOTIZIE

Settembre: 2020
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930