Telemax

Articoli

Lanciano celebra il 2 giugno e ricorda le sue otto vittime del coronavirus

Giugno 02
20:11 2020

In piazza Plebiscito



Anche Lanciano ha celebrato la Festa della Repubblica, con i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e delle associazioni combattentistiche in piazza Plebiscito, dove è stata apposta la corona d’alloro al monumento ai caduti.

Il sindaco Mario Pupillo ha rivolto un pensiero anche per le otto vittime lancianesi del coronavirus.

In città si contano 87 contagiati dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 64 guariti.

Le vittime lancianesi del Covid-19

Le vittime lancianesi positive al Covid-19, sei uomini e due donne deceduti nei mesi della pandemia da coronavirus, sono in ordine cronologico:

  • Nicola Luciani, 86 anni, deceduto all’ospedale “SS. Annunziata” di Chieti il 2 2marzo;
  • Antonio Velonà, 69, deceduto il 29 marzo;
  • Gabriele Granata, 82, deceduto all’ospedale di Chieti;
  • Maria Teresa Giancristofaro, 80 anni, deceduta nel reparto Infettivi dell’ospedale di Chieti il 1 aprile;
  • Maurizio Salerni, 54 anni da compiere, che aveva contratto il virus al ritorno da un viaggio di lavoro in Germania, è deceduto all’ospedale di Teramo il 10 aprile; è lui la vittima più giovane;
  • Antonio Andreoli, 80 anni, deceduto il 13 aprile;
  • Evelina Di Iorio, 57 anni, è deceduta all’ospedale “SS. Annunziata” di Chieti il 19 aprile;
  • Arturo Salvatore, 81 anni, deceduto anch’egli all’ospedale di Chieti, il 28 aprile.