Telemax

Articoli

Lanciano: chiuso il parco Villa delle rose, avviato il cantiere per il Central park Pino Valente

ottobre 08
12:42 2019

Accessibile solo il campo Esposito



Lanciano (Chieti): ecco come diventerà il Parco Villa delle Rose, “Central park Pino Valente”.

La Villa delle rose è chiusa al pubblico: con l’avvio dei lavori di riqualificazione, iniziati lunedì 7 ottobre, il grande parco del centro di Lanciano (Chieti) è divenuto un cantiere.

L’unico accesso consentito sarà quello da via del Mancino e sarà esclusivamente riservato agli utenti del campo di calcio “Esposito”, che rimarrà attivo fino a dicembre. Resterà invece regolarmente aperto il parco giochi “Orso Bernardo”.

I lavori di riqualificazione

I primi due mesi di interventi saranno dedicati alla bonifica completa della zona dove erano sistemati i box e le stalle dei cavalli, una delle parti più degradate del parco.

A seguire, partiranno i lavori per aggiungere un gradone alla gradinata già riqualificata nel 2017 ed eliminare la recinzione che attualmente la separa dall’area dell’ex ippodromo.

Lungo il tracciato dell’ex ippodromo verrà realizzata una pista ciclopedonale con una resina speciale, un conglomerato neutro tipo ecopav a basso impatto ambientale.

Il prolungamento del Corso

L’ultimo intervento riguarderà l’area attualmente occupata dal campo di calcio “Esposito”, che sarà smantellato per creare un prolungamento del corso Trento e Trieste nel parco fino all’ex Torrieri e verso il polo culturale, costituito da Biblioteca comunale e Polo Museale Santo Spirito.

La cavea per gli spettacoli

Sarà realizzata inoltre una grande area dedicata agli eventi e spettacoli di portata nazionale e internazionale.

Il trasferimento del campo di calcio

Le attività sportive attualmente ospitate nel campo “Esposito” verranno trasferite, a partire da gennaio 2020, in località Re di Coppe dove stanno per concludersi i lavori di messa in sicurezza e adeguamento del campo sportivo e degli spogliatoi, con nuova illuminazione, per una spesa di circa 100.000 euro.

Lanciano (Chieti): cantiere aperto al Parco Villa delle Rose.

I costi dei lavori

La riqualificazione del parco pubblico Villa delle Rose è finanziata con un milione di euro di fondi Masterplan Abruzzo destinati all’opera dalla precedente giunta regionale presieduta da Luciano D’Alfonso.

Il Comune di Lanciano ha compartecipato all’intervento con 300.000 euro di lavori destinati alla riqualificazione completa della gradinata, lavori completati nel 2017.

Verna: qui i concerti delle Feste di settembre

“Vogliamo che tutta la zona dell’ex ippodromo Villa delle Rose diventi un grande parco a misura di famiglie, residenti e turisti, una grande area in grado di ospitare spettacoli ed eventi importanti di livello nazionale e internazionale. I lavori da contratto devono durare 365 giorni, ma abbiamo chiesto alla ditta Edil Portal di Fermo (Pesaro Urbino), che si è aggiudicata la gara e che in questi giorni sta avviando i primi interventi, uno sforzo per completarli prima per consentire alla città di avere l’area a disposizione per le Feste di Settembre 2020”, sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Giacinto Verna.

Sindaco: opera unica in Abruzzo

“Lanciano da anni attende la riqualificazione del polmone verde che abbiamo la fortuna di avere in centro. Una grande e vera zona verde che possa essere utilizzata da giovani, meno giovani, bambini, aperta a tutti e chiusa a nessuno, dove sia possibile anche sfruttare lo spazio per fare eventi di richiamo nazionale con i conseguenti benefici alla vitalità e all’economia del centro. Abbiamo investito tanto in quest’area che va da piazza Plebiscito all’ex Torrieri, perché il Corso con le sue vie limitrofe sono il cuore del commercio frentano e perché Lanciano merita di avere un’opera importante che la rende unica nel panorama abruzzese. Questo progetto che vedrà la luce entro il 2020 è per noi un intervento strategico importante che rimetterà ulteriormente al centro Lanciano e le sue attività commerciali. Un intervento accompagnato e preceduto dalla riqualificazione dei nuovi campi a Re di Coppe e del campo Di Meco di Santa Rita dove entro il 2020 è atteso un nuovo manto sintetico che andrà a sostituire quello ormai esaurito dell’Esposito che verrà smantellato a dicembre”, dichiara il sindaco Mario Pupillo.