Telemax

Articoli

Lanciano: cordolo e birilli sostituiscono le transenne nell’ultimo tratto del corso

marzo 11
20:10 2019

“Questione di decoro”



Lanciano (Chieti): un cordolo giallo con birilli sostituisce le transenne in ferro nell’ultimo tratto di corso Trento e Trieste.

Una questione estetica e di decoro per non penalizzare le attività commerciali di questa parte del Corso”: così il vice sindaco Giacinto Verna, assessore ai Lavori pubblici di Lanciano (Chieti), spiega la sostituzione delle transenne in ferro con il cordolo giallo e birilli lungo corso Trento e Trieste, nel tratto interessato la scorsa estate da un episodio critico di dissesto idrogeologico.

“L’area, ristretta di circa un metro, rimane interdetta – spiega Verna – per il principio di precauzione”, mentre la commissione tecnica istituita dal Comune, assieme agli specialisti delle Università di L’Aquila e Chieti, prosegue i propri studi. Ne fanno parte l’architetto Luigina Mischiatti, dirigente comunale del settore Lavori pubblici, e l’ingegnere Fausto Boccabella, dello stesso settore, il geologo incaricato dal Comune Luigi Carabba, e i due professori universitari, l’ingegnere Aniello Russo Spena, ordinario di Idraulica della Facoltà di Ingegneria dell’Università dell’Aquila e professore Decano, e Nicola Sciarra, ordinario di Geologia Applicata e presidente del corso di laurea, Dipartimento di Ingegneria e Geologia, dell’Università “D’Annunzio” di Chieti. 

Il senso di marcia resta invariato a scendere, non saranno ripristinati gli stalli di sosta. L’obiettivo è ottenere dati tecnico-scientifici dal monitoraggio che inizierà nelle prossime settimane e che durerà circa 8 mesi, in base ai quali elaborare un piano di interventi. I professionisti stanno esaminando tutta l’area del centro interessata: dal corso a vico II Corsea, dalla ex Pietrosa al ponte di Diocleziano.

Lanciano (Chieti): un cordolo giallo con birilli sostituisce le transenne in ferro nell’ultimo tratto di corso Trento e Trieste.