Telemax

Articoli

Lanciano: dai gruppi di minoranza arriva l’avviso di sfratto per la giunta Pupillo

Settembre 16
13:02 2020

Conferenza stampa



E’ una bocciatura a tutto tondo il giudizio espresso sulla giunta Pupillo dalle minoranze consiliari di Lanciano (Chieti), Fratelli d’Italia, Forza Italia, Libertà in Azione, Lanciano al centro.

“E’ un avviso di sfratto”, tuona dai banchi dell’opposizione Gabriele Di Bucchianico. “Vogliamo rifondare la città”, gli fa eco Graziella Di Campli, che introduce la conferenza stampa plurale del centrodestra e forze civiche.

E giù critiche su lavori pubblici, situazione di degrado degli impianti sportivi, il terzo asilo nido comunale chiuso in viale Marconi “è in autodemolizione”, la Ztl che “fa cassa per il Comune”, la pista ciclabile di via del Mare che “resterà una cicatrice indelebile”.

E ancora sul turismo, “la tassa di soggiorno è un flop, incassati solo 6 mila euro invece dei 20 mila previsti”.

La sanità: “anni di immobilismo” sull’ospedale Renzetti e proprio “adesso il sindaco vuole smuovere mare e monti?”, si chiede Angelo Palmieri che sottolinea “siamo ancora senza tac e alle prese con i problemi dell’amianto”.

Nel mirino dell’opposizione anche il tema della sicurezza urbana: il progetto di videosorveglianza “GuardiAmo Lanciano” presentato nel 2017 non è mai partito, intanto “le 42 telecamere della città non funzionano”, fa notare Tonia Paolucci.

E non mancano le critiche sulle partecipate, utilizzate per fare clientelismo “e tante promozioni” in Sasi, Ecolan e Anxam, dice ancora Di Bucchianico.

Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Paolo Bomba, fa il punto sul recente bando per il declassamento dei terreni edificabili di proprietà.