Telemax

Articoli

Lanciano: due decessi per Covid nel bollettino regionale, la più giovane aveva 56 anni

Marzo 30
20:46 2021

Uomo deceduto tra ospiti Villa Novecento



Lanciano (Chieti): due decessi per Covid nel bollettino regionale, la più giovane aveva 56 anni.

Un triste primato per Lanciano (Chieti) nel bollettino regionale dei contagi da coronavirus: la più giovane tra i 25 deceduti è una donna lancianese di 56 anni, R.R., morta in ospedale a Chieti per il Covid.

C’è anche un altro lancianese tra i decessi delle ultime 24 ore, è un uomo di 80 anni, E.P., ricoverato in ospedale a seguito del focolaio Covid scoppiato nella residenza protetta per anziani “Villa Novecento”. Qui sono poco più di 30 i positivi, compresi anche alcuni membri del personale, riferisce al Tgmax il titolare Marco Carminetti. “Solo l’ottantenne deceduto era ricoverato a Chieti, mentre tutti gli altri sono in struttura e presentano sintomi – sottolinea Carminetti – gli ospiti hanno già ricevuto la prima dose di vaccino ed erano in attesa della seconda quando invece è arrivato il virus”.

A Lanciano il numero dei decessi sale a quota 54, tra la seconda e terza ondata, mentre gli attualmente positivi in città sono 182.

Lanciano (Chieti): focolaio Covid a Villa Novecento. Altino (Chieti): fine quarantena a Villa Aurora.

Fine quarantena a Villa Aurora

Va invece migliorando la situazione del focolaio Covid a “Villa Aurora” di Altino, stessa proprietà di Villa Novecento di Lanciano.

Qui i decessi sono stati 15, “in struttura sono rimasti solo 4 positivi, opportunamente isolati da tutti gli altri che si sono negativizzati” riferisce ancora Carminetti, in attesa che il sindaco dichiari la cessazione dell’emergenza. “La Asl – precisa il proprietario – ha già comunicato la fine della quarantena per la residenza protetta”.