Telemax

Articoli

Lanciano: eseguiti i lavori all’orologio della Torre civica, ancora ferme le lancette

Gennaio 05
20:35 2021

Filodiffusione per lo sparo



Le lancette si sono fermate sulle 18:52 del 24 agosto scorso, a seguito di un forte temporale, e da allora non sono più ripartite.

Nella settimana precedente il Natale sono stati eseguiti i lavori per ripristinare la funzionalità dell’orologio della Torre civica, a Lanciano (Chieti): un pezzo di storia della città a cui i lancianesi tengono particolarmente per il caratteristico sparo di mezzogiorno.

La riparazione è terminata il giorno della Squilla, una delle tradizioni più sentite, ma proprio durante le prove della mattina del 23 dicembre scorso è stato scoperto il guasto alle lancette. “Sembrava che funzionasse tutto – riferisce al Tgmax il vicesindaco Giacinto Verna – quando purtroppo i tecnici della ditta incaricata hanno scoperto l’anomalia al motore che ruota le lancette dell’orologio, due sul quadrante lato piazza e altre due sul quadrante lato municipio”.

Il danno causato dal temporale è stato più grave di quanto si pensasse ma i nuovi rotori sono stati ordinati e, finite le feste di Natale, torneranno i tecnici per terminare il lavoro. 

“La Torre civica di piazza Plebiscito è dotata di un orologio collegato a due campane, una per le ore e una per i quarti, per dare ai cittadini la cognizione dell’ora”, spiega il vicesindaco Verna.  

Il fulmine ha danneggiato il quadro di controllo, gli elettro-percussori e i martelletti, nonché il meccanismo di funzionamento del rotismo orologio.

E torna lo sparo di mezzogiorno, senza colubrina

Inoltre, sulla sommità della torre è posizionata una colubrina che dal 1867 annuncia il mezzogiorno con uno sparo. Da alcuni anni questa tradizione, per motivi burocratici e di sicurezza, è stata sospesa in attesa di trovare un’alternativa all’uso della polvere da sparo. “L’Ufficio tecnico comunale ha individuato, come alternativa allo sparo del cannoncino, l’inserimento di un diffusore omnidirezionale, per una diffusione sonora a 360° e con un risultato estetico di pregevole inserimento architettonico che non gravi al  contesto, considerata anche l’importanza storica ed architettonica della Torre civica”, conclude Verna.

Il costo complessivo dell’intervento è di circa 8 mila euro. La ditta esecutrice dei lavori è Aeris Elettronica di Colonnella (Teramo).