Telemax

Articoli

Lanciano: ragazzo aggredito la notte dell’apertura, la madre dai carabinieri

settembre 16
13:12 2019

Il 17enne è ricoverato



Lanciano (Chieti): il ragazzo aggredito la notte dell’apertura e ricoverato all’ospedale di Pescara.

Non si sono ancora placati i commenti sull’episodio del giovane operaio precipitato dal terrazzo di viale Rimembranze, che un altro fatto di cronaca cattura l’attenzione a Lanciano (Chieti).

Un 17enne del posto sarebbe stato aggredito in largo Mario Bianco, la mattina dell’apertura del Settembre lancianese. A fare la denuncia su internet, il giorno dopo l’accaduto è il padre Davide Masciarelli, che rivolge un appello ad eventuali testimoni. Il ragazzo è ricoverato a Pescara, dopo aver subito un intervento all’occhio sinistro.

Sarebbe stato malmenato da “un gruppo di coetanei, erano 5 o 6, per futili motivi”: lo ha detto la madre del ragazzo, di origini romene, ai carabinieri di Lanciano lunedì mattina, per raccontare i fatti riferiti dal figlio minore. Gli aggressori erano in evidente stato di alterazione, probabilmente avevano bevuto, sempre secondo quanto riferito dalla donna ai militari.

“L’aggressione sarebbe avvenuta nei pressi delle scalette che conducono al terminal bus dove ci sono le giostre – riferisce il comandante della compagnia Vincenzo Orlando – i genitori non sanno specificare i dettagli, che invece per le indagini sono importanti”. Sarà dunque necessario ascoltare direttamente il 17enne, tuttora degente, per conoscere tutti i particolari della vicenda. Sul posto ci sono alcuni esercizi commerciali dotati di telecamere di videosorveglianza, ma non è detto che possano aver filmato nel punto esatto. 

Nel frattempo le condizioni dell’operaio 26enne siciliano, precipitato dal terrazzo sull’autolavaggio GM di via per Fossacesia, sono stazionarie. Il giovane è in coma farmacologico, dopo un delicato intervento: a seguito della caduta da circa 5 metri di altezza, aveva riportato fratture al cranio e toracoaddominali. È ricoverato a Pescara.  

Da entrambe le vicende emerge la preoccupazione delle forze dell’ordine per l’elevato consumo di alcol in città durante le feste patronali.