Telemax

Articoli

Lanciano: ripuliamo Villa Martelli dai rifiuti abbandonati nell’area verso il canile, appuntamento domenica mattina

maggio 12
20:25 2018

L’appello dei carabinieri forestali e Nuovo senso civico



Lanciano (Chieti): invito dei Carabinieri Forestali e NSC a ripulire un’area di località Villa Martelli deturpata da rifiuti abbandonati.

Domenica 13 maggio dalle 9.30 alle 13, gli attivisti di Nuovo Senso Civico danno appuntamento ai “cittadini di buona volontà” in località Villa Martelli di Lanciano (Chieti), per ripulire un’area deturpata dai rifiuti abbandonati.

L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’amministrazione comunale di Lanciano, che ha concesso il patrocinio, e i Carabinieri Forestali, che hanno rivolto l’invito all’associazione.

Lanciano (Chieti): invito dei Carabinieri Forestali e NSC a ripulire un’area di località Villa Martelli deturpata da rifiuti abbandonati.

“L’abbandono dei rifiuti in discariche abusive e improvvisate, da parte di cittadini irresponsabili e fuorilegge – spiega una nota di Nuovo Senso Civico – rappresenta una piaga che pesa sull’incremento dell’inquinamento di aree sempre più degradate proprio a causa di questo comportamento inqualificabile, oltre a determinare un aumento dei costi dello smaltimento dei rifiuti urbani che, per colpa di pochi, arriva a pesare sulle tasche dei contribuenti tutti”.

Lanciano (Chieti): invito dei Carabinieri Forestali e NSC a ripulire un’area di località Villa Martelli deturpata da rifiuti abbandonati.

In contrada Villa Martelli, direzione canile, i Carabinieri Forestali di Lanciano hanno individuato un’area molto estesa in cui il degrado a causa dell’abbandono illecito di rifiuti urbani ha raggiunto livelli davvero preoccupanti, al punto da rendersi loro stessi promotori di un intervento per la rimozione dei rifiuti.

Tre carabinieri forestali per 10 comuni del nostro comprensorio sono davvero troppo pochi – conclude la nota – con 24mila ettari di territorio da controllare”. C’è necessità di “ripartire dalle responsabilità individuali, ognuno nel ruolo che gli compete, nel più trasparente rispetto delle leggi e delle regole della convivenza civile”.