Telemax

Articoli

Lanciano: rottamacartelle Ici/Imu e Tarsu/Tari, scadenza il 15 maggio

aprile 17
14:02 2018




C’è tempo fino al 15 maggio, a Lanciano (Chieti), per rottamare le cartelle di ICI/IMU e TARSU/TARI.

Ne dà notizia l’amministrazione comunale, con cui ricorda il termine per la presentazione delle istanze di estensione agevolata dei carichi fiscali pendenti relativi ai tributi comunali, il cosiddetto “Rottamacartelle bis”.

Entro il 18 maggio, quindi, i richiedenti dovranno presentare l’istanza secondo il modello disponibile al link www.bit.ly/Modulo_RottamacartelleBIS: aderendo a questa nuova rottamazione dei carichi fiscali pendenti, approvata dal Consiglio Comunale all’unanimità lo scorso 31 gennaio, i cittadini che si trovino nella situazione di morosità potranno beneficiare di uno sconto di circa il 30 per cento dell’importo dovuto, grazie all’annullamento delle sanzioni e degli interessi di mora. Lo sconto varia a seconda della tipologia e della longevità del debito.

È possibile presentare le istanze redatte secondo il modello disponibile anche in formato cartaceo nell’ufficio URP di Lanciano all’ufficio protocollo della SO.GE.T – Via Venezia n.49–65121 PESCARA; allo sportello della SO.GE.T  – Via Augusto Romagnoli, 2 – 66034 Lanciano; a qualsiasi sportello della SO.GE.T reperibili sul sito www.sogetspa.it; inviando il modello debitamente compilato in ogni sua parte, insieme alla copia del documento di identità, alla casella PEC definizioneagevolata.sogetspa@pec.it mediante Posta Elettronica Certificata propria o di un terzo appositamente delegato.

Al “Rottamacartelle bis” è possibile aderire per carichi fiscali relativi, oltre che a ICI/IMU, TARI/TARSU, anche a imposte su pubblicità e pubbliche affissioni, imposta per occupazione suolo pubblico e sanzioni riferite al codice della strada. Per la nuova rottamazione delle cartelle potranno produrre istanza i cittadini che non hanno trovato accolte le loro domande lo scorso anno; coloro per i quali siano decaduti i benefici avendo omesso o ritardato un pagamento nella prima rottamazione (entrambe le categorie per debiti relativi al periodo 2000-2016); i cittadini che hanno ricevuto dall’agente di riscossione una notifica nel periodo 1 gennaio 2017 – 30 settembre 2017.

Sono previste 5 rate per coloro che hanno ricevuto le cartelle nel 2017 a partire da luglio 2018, con l’ultima rata prevista nel febbraio 2019; è prevista invece un’unica rata dell’intero importo (o in 3 rate da estinguersi entro febbraio 2019) per coloro che hanno carichi fiscali relativi al periodo 2000-2016.

Carlo Orecchioni, assessore alle Finanze del Comune di Lanciano

“Lo scorso anno hanno aderito al rottamacartelle 210 tra cittadini e aziende (203 persone fisiche e 7 ditte), per un gettito calcolato in 170.000 euro – sottolinea l’assessore alle Finanze Carlo Orecchioni – nelle casse comunali sono stati versati, ad oggi, 72.000 euro con le prime 3 rate, corrispondenti al 43 per cento circa del dovuto, mentre per le restanti 3 rate della prima rottamazione ci sarà tempo per il saldo fino a settembre 2018”. 

“E’ stato importante da parte del nostro Comune aderire a questa estensione della definizione agevolata dei carichi fiscali offerta nuovamente dal legislatore – prosegue Orecchioni – perché rappresenta un modo per venire incontro a quei concittadini che, in un momento di forte difficoltà economiche, loro malgrado, si sono trovati nella impossibilità di adempiere il proprio dovere tributario nei confronti della pubblica amministrazione e quindi della collettività intera. Questa operazione ha l’ulteriore vantaggio per l’Amministrazione di ottenere un ulteriore recupero di somme dovute ma non incassate negli anni precedenti”.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il personale dell’Ufficio Tributi del Comune di Lanciano (telefono 0872 7071, sede in Vico 5 Larghetto Ricci), aperto al pubblico lunedì e mercoledì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì dalle 16 alle 18.