Telemax

Articoli

Mario Pupillo si ricandida alla presidenza della Provincia di Chieti

ottobre 04
18:39 2018

Il sindaco di Lanciano, “Me lo ha chiesto il partito”



Mario Pupillo, sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti.

Traccia il bilancio dei quattro anni di governo e ripropone la propria candidatura il presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo: “Me lo ha chiesto il partito – dice il sindaco di Lanciano – e io accetto questa candidatura per spirito di servizio“.

In conferenza stampa, a Chieti, assieme a Pupillo erano presenti il suo vice Antonio Tamburrino, il segretario provinciale del Pd Gianni Cordisco e la consigliera provinciale Chiara Zappalorto, Pupillo ha evidenziato, fra l’altro, di aver ereditato un ente in pre dissesto finanziario che si è salvato vendendo due edifici di proprietà ovvero la Prefettura e il palazzo di giustizia di Chieti; ha inoltre ricordato i progressivi tagli nei trasferimenti delle risorse, ma anche il prelievo sulla Rca auto e sull’imposta provinciale di trascrizione, il ”terremoto politico e amministrativo creato dalla legge Delrio”.

Ma ha voluto sottolineare anche l’avvio di importanti opere come la Via Verde della Costa dei Trabocchi e i finanziamenti ottenuti dalla Regione, 20 milioni di euro con il Masterplan, e i 18 milioni di euro per realizzare adeguamenti sismici in alcuni istituti superiori. “Il Partito me lo ha chiesto, io accetto questa candidatura per spirito di servizio in un momento delicato in cui la continuità può essere importante e determinante perché siamo in una fase in cui dalla grande sofferenza delle Province di questi anni – ha detto Pupillo – soprattutto con il taglio dei finanziamenti e i prelievi che abbiamo sostenuto, per cui siamo diventati quasi un bancomat del Governo, e non abbiamo potuto interpretare il ruolo che è quello di dare alla viabilità e alle scuole quei servizi e quelle manutenzioni che sono fondamentali specialmente in alcune aree come il vastese. Oggi noi guardiamo con un po’ più di fiducia il futuro grazie alla Regione che ci ha dato 20 milioni di euro con il Masterplan e non era assolutamente dovuto: la Regione ha voluto intervenire dove lo Stato non è arrivato e quindi nei prossimi mesi potremo interpretare quel ruolo che ci compete di intervenire sulle strade ammalorate e sulle scuole facendo una valutazione. Abbiamo 20 milioni a disposizione, lo stato delle strade attualmente prevede 116 milioni di euro, quindi interverremo sul 20-30%. La strada è ancora lunga, stiamo facendo altri interventi come la Via Verde, la Biblioteca De Meis, l’ex caserma Bucciante: significa che la Provincia nonostante abbia sofferto un taglio del 50% del personale, da 300 siamo passati a 141 dipendenti, nonostante i pochi mezzi e le poche risorse, è impegnata in interventi strategici che possono influire su Chieti e su tutto il territorio provinciale come la Via Verde dei Trabocchi”.

Le elezioni, cosiddette di secondo livello, si svolgeranno il 31 ottobre, dalle 8 alle 20. Gli aventi diritto, tra consiglieri comunali e sindaci, sono 1.250.