Telemax

Articoli

Montagna in fiamme, il reportage del Tgmax sui luoghi dell’incendio del Morrone

Settembre 02
14:07 2017

Montagna in fiamme, il reportage del Tgmax sui luoghi dell’incendio a cura di Enrico Giancristofaro e Marcello Paolucci.

La montagna di Celestino V brucia da due settimane, il primo rogo il 19 agosto. Al lavoro volontari a scavare linee tagliafuoco armati di mani e pale, amministratori locali che non si perdono d’animo, gli ex forestali appena poche centinaia per un’area immensa, e infine l’arrivo di poche decine di militari dell’esercito.

E poi le accuse, inevitabili, di mancata prevenzione. L’Abruzzo non ha una flotta aerea antincendi: alla segnalazione del capo della Protezione civile Curcio (era il 18 giugno scorso) seguono gli esposti in tutte le procure d’Abruzzo (29 giugno) da parte di Nuovo Senso Civico e Soa. Appelli rimasti inascoltati. E oggi ci ritroviamo a dover elemosinare due canadair dalla Francia, perché quelli italiani non bastano, mentre del nostro Esercito, che opera in teatri di guerra e di peace-keeping in Medio Oriente con mezzi all’avanguardia, non c’è ancora traccia.



Nei primi giorni c’è stata un po’ di inerzia, dicono i volontari con decenni di esperienza per lo spegnimento degli incendi. “In 40 anni è la prima volta che vedo un incendio che va avanti per 12 giorni” Gaetano D’Amato, coordinatore dei volontari. Probabilmente la possibilità di chiuderlo prima c’è stata, ma “chi è intervenuto non conosceva il territorio perfettamente” e si è perso altro tempo. Il primo rogo all’interno del Parco nazionale della Maiella potrebbe essere stato una rivendicazione, ma poi ci sono stati altri incendi fuori dall’area parco.

Volontari al lavoro con le pale sul Morrone per scavare strade tagliafuoco

Siamo stati a Sulmona, Pratola peligna, Pacentro (L’Aquila). Grazie a tutti coloro che hanno contribuito con le proprie testimonianze alla realizzazione di questo documento di cronaca: Augusto De Sanctis, Soa e Nuovo Senso Civico; Ten. Col. Bruno Petriccioli, Carabinieri forestali del Parco nazionale della Maiella; Anita Leombruni, volontaria; Gaetano D’Amato, coordinatore dei volontari delle frazioni di Sulmona; Savino Monterisi, ilgerme.it; Antonella Di Nino, sindaco di Pratola Peligna; Silvio Cappelli, consigliere comunale di Pacentro. E i vigili del fuoco, anche per le loro immagini straordinarie. 

Il reportage è stato realizzato il 30 agosto 2017. 

AGGIORNAMENTO

Con delibera di giunta regionale, la Regione Abruzzo ha chiesto lo stato di emergenza per gli incendi