Telemax

Articoli

Natale a Lanciano: 42 alberelli realizzati dai detenuti per i negozianti del centro

dicembre 06
19:58 2017

Corso Trento e Trieste di Lanciano illuminato da 42 alberi realizzati dai detenuti del supercarcere di Villa Stanazzo. Alti 2 metri, sono realizzati in ferro verde e hanno forma conica; ciascun alberello è alimentato da batterie per illuminare le 1.200 luci a led di colore bianco caldo. 



È il progetto “Natale Luci e Vita” voluto dalla direttrice della casa circondariale Lucia Avvantaggiato, dal consorzio Le Vie del Commercio, presieduto da Fausto La Morgia, e dall’associazione commercianti Ascom Abruzzo, presidente locale Fausto Memmo. “E’ stato un successo. Molti altri commercianti soci hanno chiesto di avere l’albero di Natale davanti ai loro negozi – ha detto in conferenza stampa La Morgia – ma per i detenuti è stato già un gran lavoro realizzarne 42”.

Del valore sociale del progetto ha parlato Gino Di Nella, comandante della Polizia Penitenziaria: “Alla realizzazione degli alberi, oltre ai detenuti comuni, hanno partecipato quelli di alta sicurezza. Un lavoro da hobbisti realizzato nei ritagli di tempo, dal momento che i detenuti sono impegnati anche in attività lavorative”.

Il consorzio Le Vie del Commercio era tra i partecipanti del concorso per la realizzazione dell’albero ecosostenibile in piazza Plebiscito ma, una volta conosciuto l’esito negativo, ha deciso di rimodulare il progetto e, nonostante il poco tempo a disposizione, portare avanti una nuova idea in cui la bellezza delle luci del Natale andasse a braccetto con il sociale. 

“Da sempre il nostro consorzio – sottolinea Monica Bono – ha cercato di portare avanti iniziative che potessero regalare qualcosa di bello alla città e con ‘Natale – luce e vita’ abbiamo messo un ulteriore tassello nel nostro puzzle, a mio parere, il più bello”. 
I commercianti, che hanno deciso di aderire all’iniziativa, hanno acquistato l’alberello.
Il consorzio Le Vie del Commercio, insieme ai 42 alberelli, ha offerto alla città di Lanciano anche la filodiffusione di musiche natalizie in corso Trento e Trieste.