Telemax

Articoli

Omicidio a Francavilla al mare, Monia è morta per riscuotere 740 euro di affitto arretrato

gennaio 12
19:20 2017

Lanciano, servizio Tgmax 12 gennaio 2017 – Omicidio a Francavilla al mare: Monia Di Domenico, 45 anni, psicologa, è morta per 740 euro di affitto arretrato. Arrestato il locatario, Giovanni Iacone, 48 anni, accusato di omicidio volontario.
E’ morta per 740 euro, cioè due mesi di affitto arretrato, Monia Di Domenico, la 45enne di Pescara uccisa ieri pomeriggio a Francavilla al Mare, in un appartamento di sua proprietà, dall’uomo a cui aveva dato in uso l’abitazione, Giovanni Iacone, 48 anni. All’indomani del delitto emergono nuovi dettagli sull’accaduto: lui l’avrebbe colpita più volte alla testa con un sasso ornamentale. Il corpo della donna presenta anche una profonda ferita lacerocontusa alla gola e solo l’autopsia chiarirà la causa esatta della morte. Il 48enne, disoccupato e con un precedente per rapina, è stato subito arrestato con l’accusa di omicidio volontario; ora è in carcere. E’ stato lui, nel corso dell’interrogatorio davanti al pm di Chieti Giuseppe Falasca, a fornire una prima ricostruzione dell’accaduto, ammettendo le proprie responsabilità.