Telemax

Articoli

Progetti culturali, open call al Polo museale di Lanciano

novembre 13
10:57 2019

Nel fine settimana



Lanciano (Chieti): Open Call al Polo museale Santo Spirito.

Una maratona di progettazione partecipata per produrre proposte innovative di promozione culturale in Abruzzo da correre nel Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (Chieti), con tutte le realtà del territorio interessate alla condivisione di un progetto da costruire insieme.

La Open Call Polo Museale si svolgerà venerdì 15 e sabato 16 novembre, indetta dal Comune di Lanciano, in collaborazione con Massimo Mancini, direttore del Teatro di Sardegna e Stefano Odoardi, regista e artista e la Cooperativa “Il Pensiero”, gestore del Polo Museale.

Chi può partecipare

È un invito rivolto a chiunque, proveniente da tutto l’Abruzzo, abbia un’idea da condividere: singole persone fisiche di qualunque età, gruppi informali, associazioni culturali o di volontariato, cooperative, fondazioni, operatori economici e così via.

La Open Call si terrà venerdì 15 dalle ore 16 alle 19,30 e sabato 16 dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 19,30 nel Polo Museale Santo Spirito di Lanciano.

Laboratori di progettazione partecipata

La Open Call è organizzata in laboratori suddivisi nei due giorni durante i quali le persone che hanno a cuore Lanciano, il Polo Museale e la vita culturale di tutta la regione, sono invitate a sviluppare idee sostenibili da realizzare in collaborazione con il Museo attorno a una sfida comune: migliorare la fruibilità del territorio costruendo connessioni e percorsi fisici, virtuali, culturali e simbolici tra il Polo Museale e gli altri attrattori culturali dell’area.

“La call consisterà in una maratona di progettazione partecipata: i partecipanti, suddivisi in tavoli di lavoro, produrranno delle vere e proprie proposte progettuali che, nel corso del sabato pomeriggio, saranno presentate all’Amministrazione Comunale e alla cittadinanza”, sottolineano gli organizzatori Massimo Mancini e Stefano Odoardi.

“Le sfide che si pongono oggi i musei e i loro comparti educativi sono da una parte il coinvolgimento del pubblico ed in particolare dei più giovani, l’inclusione sociale e l’accessibilità, la mediazione e i linguaggi contemporanei, dall’altra le alleanze che il museo può stringere per rinnovare la propria offerta rafforzando la relazione con il pubblico, le alleanze tra stakeholder, tra museo e comunità, ma anche alleanze interne, tra musei o altre realtà culturali del territorio”, aggiungono Mancini e Odoardi.

Gli ideatori della Open Call

“Abbiamo studiato nella stessa classe al Liceo Scientifico di Lanciano -raccontano Mancini e Odoardi -. Ci siamo poi ritrovati dopo molti anni a un festival di teatro a Utrecht in Olanda e di nuovo, recentemente a Cagliari, città che frequentiamo per motivi professionali. Durante i nostri incontri in Sardegna ci siamo detti: perché non provare a essere utili anche per il nostro territorio? Siamo entrati in contatto con diversi modi di fare e produrre cultura, e questa esperienza di molteplicità ha fatto nascere in noi la convinzione di quanto la cultura possa incidere sui processi di cambiamento dei territori. Questa consapevolezza vogliamo ora condividerla con la città dalla quale siamo partiti molti anni fa”, concludono gli organizzatori della Open Call.

Per partecipare è necessaria l’iscrizione inviando la propria candidatura alla mail polomuseale@lanciano.eu.

In occasione della giornata inaugurale, alle ore 19, verrà aperta al pubblico la mostra internazionale “Primo passo-Step Forward” con le opere dei quattro artisti coreani Jung In Sung, Kang Jang Won, Lee Taeyong e Kon Chang Sun.

La mostra, a ingresso libero, resterà aperta il 1° dicembre negli orari del Polo Museale.