Telemax

Articoli

Rigopiano: parla il fratello del cameriere D’Angelo, “Non mi fido di nessuno”

gennaio 03
20:37 2019

Inchiesta sui funzionari della Prefettura



Francesco D’Angelo, fratello di Gabriele, cameriere all’hotel Rigopiano rimasto vittima della valanga del 18 gennaio 2017.

“La prossima settimana ci saranno questi nuovi interrogatori, fra cui quello dell’ex prefetto Francesco Provolo. Vedremo cosa uscirà fuori, cosa emergerà e cosa dichiarerà, ma io non sono più fiducioso né nello Stato e né in nessuno. Posso ringraziare solo carabinieri e forestali e chi sta portando avanti le indagini. Per il resto non ho più fiducia in nessuno“.

Gabriele D’Angelo, 32 anni, di Penne (Pescara), cameriere all’Hotel Rigopiano e volontario della Croce Rossa, è stata la seconda vittima ad essere stata identificata, dopo la tragedia.

Lo ha detto Francesco D’Angelo, fratello di Gabriele, il cameriere di Penne (Pescara) tra le 29 vittime della tragedia dell’hotel Rigopiano di Farindola e autore di alcune telefonate dal resort prima della valanga, parlando degli interrogatori che si terranno la prossima settimana in Procura, a Pescara, per il disastro del 18 gennaio 2017.

Hotel Rigopiano sommerso dalla valanga di neve, foto aerea dopo la tragedia.

“Cosa accadrà non so, mi aspetto giustizia e che chi dovrà pagare, pagherà”. Sulle telefonate fatte dal fratello aggiunge: “Mi dispiace per mio fratello che si è speso tanto. Faceva di tutto per la sua incolumità e quella altrui. Mi spiace che quanto ha fatto non è servito. Oggi potevamo avere 40 persone vive”.

Invia video/foto/comunicato

Fai la tua segnalazione al TgMax


3383114088

redazione@telemaxtv.it

Social

CALENDARIO NOTIZIE

dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031