Telemax

Articoli

Salvini commenta il voto: boom della Lega in Abruzzo e impazza il toto giunta, ecco i primi nomi

febbraio 11
19:55 2019

A Gamberale la Lega ottiene il 63%



 

“Vi invidio”, ha detto Matteo Salvini all’Aquila, durante la conferenza stampa di commento al voto. “Ci sono alcune percentuali in Abruzzo che da milanese invidio, perché a Milano non le ho ancora raggiunte, come a Ovindoli il 46 per cento, a Gamberale il 63, a Sant’Egidio alla Vibrata il 51“.

Il leader della Lega, risultato il primo partito dopo il voto di domenica 10 febbraio, con oltre 164 mila preferenze e il 27,52 per cento del consenso popolare. 

Nel corso delle sue 10 visite in Abruzzo per al campagna elettorale, il ministro dell’Interno ha detto di aver visto molte piazze piene, “le ricordo come se fosse ieri”.

“Ora – ha detto Salvini – mi aspetto una Giunta subito senza litigare, fatta seriamente, velocemente, che inizia a mettersi subito a lavoro”.

Già impazza il toto nomi: di sicuro 4 seggi della giunta su 6 disponibili andranno alla Lega ed uno ciascuno per gli alleati Forza Italia e Fratelli d’Italia. 

Si fanno i nomi del teramano Quaresimale (8.838 voti) e dell’aquilano Imprudente (8.794) per la Sanità, settore che da solo fagocita circa l’85 per cento del bilancio regionale: entrambi hanno ottenuto il maggior numero di preferenze nel partito della Lega in assoluto. Al chietino Campitelli potrebbero essere assegnate le Attività Produttive, in virtù della provenienza dalla zona industriale più grande d’Abruzzo. Sempre alla Lega dovrebbero essere assegnate le deleghe a Turismo e Agricoltura

Per Forza Italia l’assessore sarà il pescarese Lorenzo Sospiri, che ha ottenuto più voti del chietino Mauro Febbo (rispettivamente 6.012 e 5.553 preferenze), mentre per Fratelli d’Italia potrebbe non entrare in giunta il più votato Guido Quintino Liris (6.168 voti), vicesindaco dell’Aquila, per far posto a qualcun altro del partito. Il secondo eletto del aprtito del rpesidente Marsilio è Guerino Testa (2.743 voti) ex presidente della Provincia di Pescara. 

Nicoletta Verì, di San Vito Cheitino, la donna più votata della Lega ed eletta nel collegio di Pescara.

Resta da assegnare le quote rosa. Elette in maggioranza ci sono solo tre donne: Marianna Scoccia (lista Udc-Dc-Idea, L’Aquila), sindaco di Prezza e moglie dell’ex assessore Andrea Geroslimo, è la più votata del gentil sesso con 5.257 preferenze; segue Nicoletta Verì (lista Lega, Pescara) con 4.934 voti e, infine, Sabrina Bocchino, di Vasto, eletta per la Lega nel collegio Chieti, con 3.777 voti. Il nome della Verì, psicologa, originaria di San Vito Chietino e già presidente della V Commissione Sanità con la giunta Chiodi, è un altro che circola per l’assessorato alla Sanità.  

Marianna Scoccia, sindaco di Prezza (L’Aquila), eletta nell’Udc; moglie dell’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo. 

 

Sabrina Bocchino, di Vasto, eletta con la Lega nel collegio Chieti.