Telemax

Articoli

Virgo Fidelis, le celebrazioni nella basilica di San Tommaso a Ortona

novembre 20
19:45 2018

Patrona dell’Arma dei carabinieri



Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri

Mercoledì 21 Novembre 2018, alle ore 10:30, nella Basilica “San Tommaso Apostolo” ad Ortona (Chieti), alla presenza del Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, verrà celebrata la Santa Messa per la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, Celeste Patrona dell’Arma dei Carabinieri, della “Giornata dell’orfano” e, contestualmente, ricordato anche il 77° anniversario della “Battaglia di Culqualber”.

La cerimonia religiosa, alla quale parteciperanno le Autorità civili e militari delle Regioni Abruzzo e Molise, sarà officiata da Mons. Emidio Cipollone, arcivescovo di Lanciano – Ortona e dal cappellano militare Don Claudio Recchiuti.

 

Ortona (Chieti): Basilica di San Tommaso apostolo.

Alla celebrazione eucaristica, alla quale parteciperà una numerosa rappresentanza di Carabinieri delle Province di Chieti, Pescara, Teramo, L’Aquila, Isernia e Campobasso, di Carabinieri Forestali e del Centro nazionale amministrativo dell’Arma dei Carabinieri unitamente alle rispettive famiglie, “è particolarmente gradita la partecipazione della cittadinanza tutta” ,recita una nota stampa del Comando provinciale chietino. 

La Patrona dei Carabinieri

Il titolo “Virgo Fidelis” che esprime in tutto il significato della vita di Maria e della sua missione di Madre e di Corredentrice del genere umano affidatale da Dio, non ha mai avuto una risonanza universale e un culto particolare nella chiesa. Nella liturgia, infatti, non esiste una speciale festa. Il merito maggiore della diffusione e dell’affermazione del culto alla “Vergine Fedele” è della “Benemerita e Fedelissima” Arma dei Carabinieri d’Italia.

Nell’Arma il culto alla “Virgo Fidelis” iniziò subito dopo l’ultimo conflitto mondiale per iniziativa di S.E. Mons. Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, Ordinario Militare d’Italia, e di P. Apolloni S.J., Cappellano Militare Capo.

La scelta della Madonna “Virgo Fidelis”, come celeste Patrona dell’Arma, è indubbiamente ispirata alla fedeltà che, propria di ogni soldato che serve la Patria, è caratteristica dell’Arma dei Carabinieri che ha per motto: “Nei secoli fedele”.

L’8 dicembre 1949 Sua Santità Pio XII di v.m., accogliendo l’istanza di S.E. Mons. Carlo Alberto di Cavallerleone, proclamava ufficialmente Maria “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”, fissando la celebrazione della festa il 21 novembre, in concomitanza della presentazione di Maria Vergine al Tempio e della ricorrenza della battaglia di Culqualber, avvenuta nel corso dell’ultimo conflitto mondiale, in terra d’Africa, nella quale un intero battaglione di Carabinieri si immolò per mantenere un caposaldo fondamentale: estremo segno della fedeltà di quegli uomini sino alla morte.