Telemax

Articoli

Covid: in Abruzzo morti per virus incidono del 7,2% con incremento record del 29,3 per cento a novembre

Dicembre 30
20:03 2020

La fotografia del Rapporto Istat e Iss



Covid: in Abruzzo morti per virus incidono del 7,2% con incremento record del 29,3 per cento a novembre.

In Abruzzo, tra febbraio e novembre 2020, i decessi legati al Covid-19 rappresentano il 7,2 per cento del totale delle morti del periodo.

E’ quanto emerge dall’analisi dei dati contenuti nel rapporto curato congiuntamente dall’Istat e dall’Istituto Superiore di Sanità.

A novembre scorso, inoltre, si è registrato un incremento record del 29,3 per cento dei decessi complessivi rispetto alla media dello stesso mese dal 2015 al 2019.

L’eccesso di mortalità potrebbe essere riconducibile all’emergenza Covid-19. Nell’indagine viene considerata la variazione dei decessi complessivi, perché, si legge, “uno degli approcci più efficaci per misurare l’impatto dell’epidemia di Covid-19 sulla mortalità è quello di conteggiare l’eccesso di decessi per il complesso delle cause, vale a dire quanti morti in più (per tutte le cause) ci sono stati rispetto agli anni precedenti. L’eccesso di mortalità – viene spiegato – può fornire un’indicazione dell’impatto complessivo dell’epidemia, non solo tenendo conto dei decessi attribuiti direttamente a Covid-19, ma anche di quelli che possono essere sottostimati o indirettamente collegati”.

Il secondo mese con la variazione più consistente è aprile (+17), seguito a ruota da marzo (+14,3%). Poi ci sono maggio (+1,7%) e febbraio (+0,6%). L’incremento medio nel periodo febbraio-maggio è pari all’8,4%. Nel periodo febbraio-maggio, su 5.584 morti complessivi, 442 sono riconducibili al Covid-19. Ad eccezione di agosto (+0,1%), nei mesi estivi si assiste ad un calo: giugno -2,8%, luglio -7,9%, settembre -3,1%. La media del periodo giugno settembre è pari al -3,5%. Nel complesso i decessi sono stati 4.569, 35 dei quali riconducibili al Covid-19. In autunno, però, la variazione è tornata a salire: ad ottobre +5,8% e a novembre +29,3%. La media dei due mesi è pari al +17,7%.

Nel periodo ottobre-novembre, su un totale di 2.915 decessi, 459 sono riconducibili al Covid-19.

Dall’analisi dei grafici emerge che nel periodo febbraio-maggio l’eccesso di mortalità è più elevato nel Pescarese: tra l’altro, l’incidenza, in quel periodo, si legge, è “verosimilmente sottostimata dato il numero ridotto di tamponi”.

Tra ottobre e novembre 2020, la provincia dell’Aquila è una di quelle con il più alto eccesso di mortalità a livello nazionale. 

Invia video/foto/comunicato

Fai la tua segnalazione al TgMax


3383114088

  redazione@telemaxtv.it

Social

CALENDARIO NOTIZIE

Agosto: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031