Telemax

Articoli

Feste di Settembre con Dodi Battaglia e Alex Britti, dal cartellone scompare il jazz

Marzo 27
13:33 2017

Feste di Settembre con Dodi Battaglia e Alex Britti, dal cartellone dopo 7 anni scompare il jazz.

Conferenza stampa in musica con Dodi Battaglia, a Lanciano, per la presentazione delle tre serate clou delle Feste di Settembre. Ad annunciare i nomi dei big in cartellone che vedrà ospiti anche gli Ut New Trolls il 14 e Alex Britti il 16, è stato il neo presidente del comitato feste Maurizio Trevisan, assieme al sindaco Mario Pupillo mentre l’assessore alla Cultura Marusca Miscia ha improvvisato il duetto sulle note di “Tanta voglia di lei” dei Pooh, portata al successo proprio dalla voce solista dello storico chitarrista del gruppo pop italiano più longevo. Dodi Battaglia salirà sul palco delle Feste di Settembre con un gruppo di musicisti locali: il lancianese Carlo Porfilio alla batteria, Rocco Camerlengo alle tastiere, Giuseppe Genisio al basso, Marco Marchionne alla chitarra e la voce del molisano Costanzo Del Pintio. Tanta musica, dunque, alle Feste di Settembre 2017, come aveva anticipato il presidente Trevisan: “La musica in piazza – ha ribadito – è l’ingrediente giusto per organizzare delle Feste all’altezza delle aspettative”.

Nota dolente: dopo 7 anni scompare dal cartellone il Festival jazz tradizionale “Città di Lanciano”, che in sette edizioni ha portato in teatro e in piazza migliaia di appassionati della Swing Era, con progetti musicali esclusivi e in anteprima: come la produzione del cd live degli “Italian Hot Five” con un inedito Fabrizio Bosso interamente dedicato al jazz degli anni Dieci, Venti e Trenta (chi l’avrebbe detto?) e con lo spettacolo “Django, il fulmine a tre dita” interpretato da un altrettanto inedito Giorgio Tirabassi, attore di professione e grande appassionato di chitarra manouche. E poi una carrellata di interpreti, noti professionisti della scena jazz italiana: da Emanuele Urso, polistrumentista che alterna una pirotecnica batteria ad un ammaliante clarinetto, a Minnie Minoprio, prima soubrette della Tv italiana ma con diploma di cantante jazz, fino a Piji Siciliani comunicatore e interprete del più moderno Electroswing.