Telemax

Articoli

Licenziati per mail: la protesta degli operatori socio sanitari di Lanciano, Vasto e Chieti

Maggio 06
20:33 2022

Il video



“Ci dissero che i nostri contratti sarebbero stati tutti rinnovati e invece siamo stati licenziati senza un motivo il giorno prima della festa dei lavoratori”.

Da “angeli” in tempo di pandemia da Covid-19 a “licenziati” in tronco, con una mail, il 30 aprile scorso.

A Pescara, davanti alla sede dell’Assessorato regionale alla Sanità, va in scena la protesta amara degli operatori socio sanitari della Asl provinciale di Chieti.

In 40 sono giunti da Lanciano, Vasto e dal capoluogo chietino per raccontare la loro storia e incontrare in delegazione l’assessore Nicoletta Verì. 

“Questa tuta che indossavamo nei reparti Covid per ore e ore senza potercela togliere neppure per recarci in bagno – racconta al Tgmax una oss durante il sit-in – oggi è stata presa e buttata via. Non siamo più nulla”. 

“Ci si sente usa e getta, tante promesse fatte ma non mantenute – dice un’altra oss al Tgmax -. Siamo stati all’oscuro di tutto fino al 30 aprile e all’arrivo della mail di licenziamento”. 

La questione sarà valutata la prossima settimana dall’assessorato, ma il timore è che non potrà essere rinnovato il contratto per i lavoratori licenziati. Sono terminati i fondi dell’emergenza Covid. 

Invia video/foto/comunicato

Fai la tua segnalazione al TgMax

  redazione@telemaxtv.it

Social

CALENDARIO NOTIZIE

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728