Telemax

Articoli

Sanità: Verì, approvata la norma per stabilizzare i medici precari del 118

Maggio 05
18:25 2021

L’emendamento



Un equipaggio del 118 della Asl provinciale di Chieti.

“Una norma giusta e non più rinviabile, per superare il precariato del personale convenzionato a tempo determinato che da anni assicura in Abruzzo i servizi di emergenza-urgenza legati del 118”. E’ il commento dell’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, all’emendamento approvato dal Consiglio regionale e che vede il capogruppo della Lega, Vincenzo D’Incecco, come primo firmatario.

“Il tema dei precari del 118 – spiega la Verì – è al centro del lavoro dell’Assessorato da mesi, durante i quali abbiamo elaborato un percorso per la stabilizzazione di quei medici convenzionati dalla stessa Asl per un periodo di almeno 3 anni. Era un fronte che andava affrontato e risolto definitivamente, anche alla luce della scarsa disponibilità sul territorio di medici in possesso di questa specializzazione, che da anni rallenta e rende difficoltose le procedure di reclutamento ordinarie”.

Di qui la scelta della Regione Abruzzo di approvare una norma che mettesse ordine nel settore, assicurando la continuità di un servizio fondamentale come è appunto quello del 118.

“Nel tempo, infatti, le Asl hanno dovuto ripetutamente ripiegare – aggiunge l’assessore – sugli incarichi a tempo determinato, specificatamente previsti nell’accordo collettivo nazionale di categoria, con ovvie conseguenze sui processi gestionali delle aziende stesse, costrette a fare i conti con continue procedure di rinnovo. Con questa norma, invece, mettiamo un punto fermo sia sulle prospettive professionali dei medici impegnati nell’emergenza, sia sull’organizzazione generale del servizio”.

Insoddisfatti i medici del 118

Non è tutto oro quel che luccica… Insoddisfatti i medici del 118, perché – specificano – la convenzione rimane, come per i medici di famiglia. E’ una vittoria solo per alcuni sindacati, ma non per i medici del 118 che invece chiedevano di diventare dipendenti a tutti gli effetti delle Asl. Con la norma approvata, invece, il tempo determinato è diventato tempo indeterminato.