Telemax

Articoli

Selva di Altino: cognati litigano per questioni di lavoro, intervengono i carabinieri

Aprile 26
18:32 2019

E spunta un bastone



Lanciano (Chieti): auto dei carabinieri davanti al Pronto soccorso dell’ospedale “Renzetti”.

Ci sarebbero questioni irrisolte di lavoro alla base della lite scoppiata tra due cognati albanesi e finita in bolgia, con i parenti di entrambi. 

L’episodio è accaduto ieri sera, in località Selva di Altino (Chieti): erano quasi le 21.30 quando i due uomini, che lavoravano insieme nell’edilizia e poi si sono separati, iniziano a questionare nel piazzale del distributore di carburanti Rete Italia, in via Nazionale. 

A dare manforte sono arrivati fratelli e parenti chiamati col telefono da entrambe le parti in lite: e sono calci e pugni nel gruppo che nel frattempo è diventato di 7 persone, riferiscono i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lanciano intervenuti sul posto con i militari della stazione di Casoli. 

Ad allertare i carabinieri sono stati alcuni residenti.

I protagonisti della lite, identificati dai carabinieri, hanno un’età compresa tra i 23 e 38 anni e sono residenti ad Altino. 

Finiti tutti al Pronto Soccorso dell’ospedale “Renzetti” o al Punto di primo intervento del “Consalvi” di Casoli, hanno riportato pochi giorni di prognosi per lesioni lievi. 

I militari stanno ricostruendo l’accaduto per chiarire il movente e accertare le diverse responsabilità. Sul luogo della lite è stato trovato anche un bastone. Tra le ipotesi di reato potrebbe configurarsi la rissa aggravata

Del caso si occupa il pm Francesco Carusi.